INCREMENTO-FATTURATO

INCREMENTO-FATTURATO

L’introduzione del metodo contributivo in sostituzione del retributivo ha sicuramente comportato un abbassamento delle prospettive pensionistiche.

E’ perciò opportuno considerare alcuni possibili correttivi.

L’ENPAP investe il suo patrimonio (come fanno tutti gli Enti di Previdenza), e quanto depositi si rivaluta nel tempo.

I meccanismi di “interesse composto” sono quelli che possono fare la differenza, e che spiegano perché è fondamentale versare il più possibile ed il prima possibile (in modo da far “lievitare” l’interesse per più anni possibile), se vogliamo avere una pensione migliore.

Facciamo un esempio:
Ipotizziamo di versare 1000 euro oggi, che verranno rivalutati al 3% annuo.
Se li faccio maturare 20 anni diventeranno 1806 euro.
Se li faccio maturare 30 anni :2427 euro.
Se li faccio maturare 40 anni: 3262.

Ipotizziamo adesso di versare di più, facendo uno sforzo (si può indicare quanto si vuole versare, grazie ad un’innovazione introdotta da AltraPsicologia, che rende più flessibile e personalizzabile il meccanismo, tra il 10 e il 20% ogni anno): quanto rendono 2000 euro invece che 1000?
In 20 anni, diventano 3612 euro.
In 30 anni, 4854 euro.
In 40 anni, addirittura 6.524 euro

Insomma: se ti iscrivi subito (40 anni invece che 20), e versi un po’ di più (2000 invece che 1000), alla fine ti ritrovi con 6.500 euro invece che con 1.800.
I 1.000 euro in più che metti adesso ti ritornano incrementati molte volte. 

Questo ci fa capire:
1. le nostre pensioni possono essere più alte di quanto temiamo, ma SOLO se sappiamo come funziona il meccanismo !
2. “Prima versi e più versi, più il rendimento salta su; e così avrai una pensione (molto) più serena”.

In sintesi: piccolissime differenze nelle scelte di oggi fanno enormi differenze per la nostra vita fra qualche anno, più di quanto si immagini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *