PartiteIVA22-e1360768225140

 

PartiteIVA22-e1360768225140

Attualmente esistono tre regimi fiscali per la partita iva:

  • Regime di vantaggio (ossia quello che generalmente viene chiamato “regime dei minimi”): sarà in vigore fino al 31 dicembre 2015. Prevede una imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali pari al 5%. Possono accedervi coloro che non realizzano ricavi superiori ad euro 30.000.
  • Nuovo Regime forfetario agevolato (ossia il “nuovo regie dei minimi” ) prevede la determinazione forfetaria del reddito che viene poi tassato con un’imposta del 15% sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali. 
  • Regime Ordinario: vi rientrano tutti coloro che realizzano ricavi superiori ad euro 30.000 annui e che non possono accedere ai regimi agevolati. 

Per approfondire le differenze fra vecchio e nuovo regime dei minimi: – A cura di AltraPsicologia “

Vecchio e nuovo regime: cara Partita Iva ti scrivo…” di Ada Moscarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *